Un po’ di Po

 

Post in elaborazione. Sono graditi suggerimenti, correzioni e commenti dettati da conoscenza o da curiosità.  lazia@agen-zia.it

Questa volta il viaggio non l’ho ancora ancora fatto. O per meglio dire non ho ancora fatto “questo” viaggio che ho in mente, pur conoscendo già molti dei luoghi contemplati nell’itinerario progettato.

L’obiettivo principale  non è una città, o una particolarità, una specialità di un luogo; il protagonista in questo caso è un fiume, o, per capirci subito fra italiani, il fiume.

Mi piacerebbe stavolta provare ad entrare nella realtà ambientale, umana e storica  del corso del fiume Po, o almeno di una sua parte.

Quando ho deciso di fare questa esperienza ho cominciato a raccogliere informazioni sulle strutture presenti sul territorio utili a tracciare un itinerario razionale e confortato che percorresse questa strada d’acqua consentendomi anche di conoscerne le realtà circostanti.

Il progetto era di partire dalla zona lombarda del corso del fiume e navigarlo attraverso la pianura emiliana fino al delta e al mare.

Ma a mano a mano che procedevo nella ricerca mi accorgevo delle difficoltà di definire il percorso. Non ci sono infatti linee di navigazione costanti e di lunga portata; inoltre i mezzi disponibili toccano  realtà diverse  non sempre coordinabili nè logisticamente nè concettualmente. Da qui la scelta di immaginare un viaggio “open” come si dice in gergo turistico. In questo caso, un viaggio da organizzarsi  ciascuno per proprio conto in base alle esigenze, agli interessi ed alle disponibilità di tempo e di denaro, utilizzando magari le informazioni che riuscirò ad inserire in questo post.

Mi limiterò, quanto alla navigazione,  a fornire tutte le notizie a disposizione per micro-tragitti  che si possono percorrere singolarmente o combinare fra loro, aggiungendo informazioni sui luoghi circostanti cui è opportuno dedicare una sosta.

Non si dimentichi che molti tragitti fluviali possono essere arricchiti con percorsi in bicicletta che dagli argini offrono una diversa prospettiva del paesaggio.

L’obiettivo primo è, dunque, il fiume Po. E per chi ne sa poco vorrei, tanto per cominciare, proporre alcune letture e filmati che possano essere d’aiuto per entrare nel tema e nell’atmosfera.

Le suggestioni più immediate, in una società ormai abituata a conoscere per immagini, le danno i video:  il primo che mi viene in mente è l’ormai leggendaria trasmissione televisiva di Mario Soldati Viaggio nella valle del Po del  1957 ma, a parte qualche puntata reperibile nel sito delle Teche Rai, è assai difficile vederla. Soldati aveva girato anche un film La donna del fiume (1954) ambientato nelle valli di Comacchio. Altra pellicola storica  è il documentario di  Antonioni  Gente del Po (1943-45)

E’ del 1992 il documentario di E. Olmi Lungo il fiume : 1° t.     2° t.

Più di recente è stato girato  un programma per “rai 2” ritrasmesso recentemete su “rai 5”  Un paese chiamato Po di Edmondo Berselli con la regia di Giuseppe Bertolucci di cui ho trovato solo qualche frammento su You Tube.

L’ultimo, a tutt’oggi, è il reportage di Paolo Rumiz Il risveglio del fiume segreto  che si può acquistare in DVD sul sito del quotidiano “La Repubblica”.

Ci sono poi numerosissimi filmati reperibili nell’immenso archivio di You Tube che forniscono  variegate suggestioni e informazioni. Segnalo i mei preferiti:

 Alba sul po

Tramonto sul po

In volo sul po

Bondeno

Piena a Boretto

Da Boretto a Comacchio in barca

Una giornata in barca

 Il Po di Torino

 Il Po di Pavia

Il Po di Cremona

Il Po di Mantova

Chiusa di Pontelagoscuro    dal Po di Volano al Po

Il Po di Ferrara

Delta del po

Il Delta   

Pesca sul fiume  1     3    4

I pesci del Po

Ipotesi di navigabilità commerciale Luglio 2011

In bici

Inquinamento

 Po = discarica

Ricky Gianco – Il fiume Po

Per una più ampia rassegna di filmati sul Po si può consultare il vol. P.Micalizzi, Là dove scende il fiume, Aska 2010; filmografia ricca ed esauriente.

Libri utili per entrare nel mood padano:

i classici:

R. Bacchelli,  Il Mulino del Po,  ambientato nel Ferrarese,

più recenti:

B.Gualazzini, Tre uomini in Po, De Agostini, 1985

G. Conti, Il grande fiume Po, Mondadori, 2012; esauriente e suggestivo

V.Varesi, Il fiume delle nebbie, Frassinelli, 2007; un giallo di atmosfera fluviale

M.Marziani, Lungo il Po, Tommasi , 2008; utili notizie sulla realtà ambientale ed alimentare della zona.

Indispensabile, poi, D. Montardi, Atlante per la navigazione sul Po, per capire la situazione geografica del fiume e per le notazioni pratiche ambientali. Opportuno corredarlo con la Carta turistica degli attracchi del fiume Po; entrambi pubblicati da “editoriale sometti” tel 0376 322430 (Mantova)

Aggiungo ora tutte le informazioni (verificate) reperibili a proposito della navigazione. Va precisato che quasi tutti i tragitti proposti vengono effettuati ogni anno a partire dalla primavera, è opportuno quindi, prima di programmare il viaggio, informarsi telefonicamente sulle date aggiornate dei servizi.

NAVIGAZIONE SUI FIUMI LOMBARDO-EMILIANI

aaa

CAORSO, SAN NAZZARO, RONCAROLO

Come arrivare:

circa 10 km da Cremona in direzione Piacenza

 

 

 

Motonave Calpurnia tell. 333 9043511 , 333 9043539

http://www.navigazionepiacenza.it/it/2012-07-04-14-27-42/perche-imbarcarsi-su-calpurnia

il sito verrà aggiornato in primavera

aaaaa

CREMONA

http://www.navigareinlombardia.it/index.htm

(sito costantemente aggiornato, tel 0372 21529) è la stessa società di

http://www.navigareladda.it/

 

bbbbGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGG BORETTO

 

 

 

Come arrivare:
Da Reggio Emilia – S. Provinciale 358 – Km 30
A1 MI-BO – uscita Reggio Emilia direzione Castelnovo Sotto Km 30
A22 MO – Brennero – uscita Reggiolo direzione Guastalla – Km 25

Il Porto di Boretto si trova direttamente a ridosso dell’argine maestro su cui scorre la S.S. 62 della Cisa, che lo divide dal centro storico del paese servito dalla linea ferroviaria Parma-Suzzara-Mantova, posto sulla sponda destra del Po,

http://www.infrastrutturefluviali.it/contatti-it.php

tel 0522 964430 oppure 335 5335139

motonave Padus

oppure

Motonave Stradivari:  Boretto-Mantova e molti altri itinerari.

Telefonare 333 3616208

 

a Boretto è anche possibile noleggiare barche private

 

 

       CCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCCC MANTOVA

http://www.naviandes.com/home.html

tel 0376 324506

 

http://www.porivertravel.it/detprod.asp?lan=ita&idprod=591&cat=1&subcat=21

da Mantova a Ferrara

tel 0522 739019 oppure 335 5916466

 

http://www.avemariaboat.com/

da Mantova a Venezia,  0444 323639,  800 190510

GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGG

PARMA 

Motonave Rigoletto

http://www.vapensieroviaggi.com/itinerari/motonave_rigoletto

 

 

Vari itinerari con partenza da Polesine Parmense (come arrivare : http://rete.comuni-italiani.it/wiki/Polesine_Parmense/)

possibilità anche di noleggio barche

 

http://www.vapensieroviaggi.com/incoming/chiSiamo.asp

0524 92272 oppure 3668754841 (ricominciano intorno ad aprile, forse corse fisse domenicali)

 

oppure

http://www.visitporiver.it/Emilia-Romagna/Parma/page/96/8/96/Parma:-la-capitale-della-Food-Valley.h    

scrivere a                info@visitporiver.it

 

 FERRARA

aa

aaaaaaaaaa                          

battello fluviale Nena, tel. 0532 205681 o 347 7139988

http://www.lanena.it/ita/

oppure

http://www.visitporiver.it/Emilia-Romagna/Ferrara/page/107/8/106/Navigare-Ferrara-ed-il-Delta-del-Po.html

scrivere a    info@visitporiver.it

 

DELTA  DEL  PO

 

PORTO GARIBALDI – LIDO DEGLI ESTENSI

Come arrivare: vedi mappa

http://www.orariautobus.it/guide/come-arrivare-ai-lidi-ferraresi.html

 

Motonave Delfinus (Po di Gnocca) 333 2725536

http://www.motonavedelfinus.com

Motonave Albatros (Delta del Po) 333 7691014

Motonave Dalì (Delta del Po) 393 3765759

http://www.deltainbarca.it

 

Motonave Isabella (pesca) 0533 324666 oppure 368 3978852

Catamarano Vincent (pesca) 0533 324666 oppure 368 3978852

http://www.vincentdue.it

 GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGG

 

GGORINO FERRARESE

Come arrivare: vedi mappa

http://rete.comuni-italiani.it/wiki/Goro/Come_Arrivare

Motonave Principessa (Delta PO) 0533 999815  http://www.motonaveprincipessa.it/italiano/index.php

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

PISTE CICLABILI:

 http://www.piste-ciclabili.com

 

 

Questo per quanto riguarda il fiume.

Ma vi sarete resi conto che un viaggio con questo obiettivo deve necessariamente essere corredato di postazioni di appoggio collegate ai percorsi scelti. Anche questo tipo di opzione sarà pertanto open; mi limiterò quindi ad indicare le possibilità, lasciando a ciascuno la scelta più congeniale ai propri interessi.

Deciso il percorso fluviale, il passo successivo dunque è ragionare su dove dormire a terra, se è necessario; e la decisione sarà condizionata soprattutto dal porto di partenza o di arrivo.

Ho di proposito diviso i percorsi in base a questo criterio, in modo da individuare immediatamente il nucleo abitato più vicino agli attracchi.

E non è detto che il tragitto fluviale non sia condizionato dalla città d’appoggio. La zona è talmente ricca di meravigliosi centri urbani, che non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Di Cremona e di Parma ho già trattato nei post Straordinari Stardivari e Andiamo a Teatri  cui vi rimando.

In prossime occasioni mi dedicherò pertanto a Mantova e Ferrara mai citate finora in questo sito.

Lascia un commento